Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

lunedì 20 ottobre 2014

Come cambia l'Ho'oponopono (di Nicola Rachello)

Eccoci ancora una volta con Nicola Rachello e l'Ho'oponopono Cristiano.
Ci sono state tante novità per Nicola in questi ultimi tempi: le videoconferenze, le meditazioni registrate e rilasciate gratuitamente, i corsi e i seminari, le meditazioni dal vivo in giro per l'Italia.
E poi c'è il sito dell'Ho'oponopono Cristiano.
Certo, mi direte, lo conosciamo.
Certo, vi rispondo io, ma non conoscete quello nuovo, quello che sta nascendo poco alla volta. E non è solo una questione di grafica, che comunque è più moderna, accattivante e, soprattutto, pratica, dove tutto è a portata di clic e immediatamente raggiungibile.
Perché se è vero che si cambia il look esteriore quando si è maturato un cambiamento interiore, questo vale anche per Nicola e la sua pagina.
La metamorfosi non è ancora completata, Nicola ci sta ancora lavorando, ma il più è fatto.
Quello che invece non è stato completato è il cammino spirituale che sta dietro alle parole, ai suoni, alle immagini che troverete. Perché non si finisce mai di camminare nella strada dello spirito, quando è un vero percorso personale e non un copia e incolla dal pensiero di altri...
E, come accennavo, la nuova veste è proprio frutto della svolta che Nicola ha dato alla sua riflessione, che lui stesso ci spiega nell'articolo che state per leggere. 
Ah! in mezzo a tutte queste parole dimenticavo di darvi l'indirizzo del sito: Ho-oponopono Cristiano.
E ora, come sempre, buona lettura!

Amica lettrice, amico lettore, questa volta non risponderò alle tue domande, ma rimarrò in ascolto per me, per riflettere, per essere consapevole della mia consapevolezza, che osserva tutto ciò che accade e ne gioisce.
Essendo un “eretico”, porto in me la destrutturazione di ogni verità rivelata, di ogni forma di bigottismo e chiusura mentale e spirituale.
Devo essere io, attraverso la mia personale esperienza, a trarre tutte le conclusioni del caso.
Devo essere io, rendendo libero il mio pensiero, ad arrivare alle conclusioni che sono giuste e vere “per me.”
Così conosco una sola verità: quella dell’amore.
Forse molte persone mi immaginano ubbidientemente a messa tutte le domeniche, o compenetrato a recitare qualcuna fra le più potenti e salvifiche preghiere mai scoperte.
No, lo ripeto ancora una volta: non frequento chiese, templi o sinagoghe, perché la mia chiesa sono io, e ancora una volta affermo che la mia religione è l’Amore.
E allora mi guardo in giro e cosa vedo?
Vedo qualcuno che, dopo aver sostenuto, in molti contesti, a più riprese e per lungo tempo, che l’Ho’oponopono non può essere cristiano, ora mi saluta e afferma di canalizzare Gesù! Benvenuta a bordo, immensa anima risvegliata all’amore!
E trovo anche chi afferma che l’Ho’oponopono è un antico sistema di guarigione hawaiano e che non può essere decontestualizzato, portato fuori da quella cultura. Ma dimentica forse che la stessa Morrnah Simeona, influenzata dalla sua formazione cattolica e protestante, lo aveva già traghettato da un sistema di risoluzione dei conflitti, ancestrale e tipico della cultura kahuna, in un sistema moderno, fondendo così nel “suo” Ho’oponopono  tutte le intuizioni dei padri della psicologia moderna con i valori cristici di cui ella stessa si era nutrita. Ma, ancora una volta, non sono il solo ad affermare questo: basta leggere le decine e decine di libri che, oggi, parlano di Morrnah, gli articoli di Wikipedia, i siti in rete, e tutta l’abbondanza di materiale ora esistente.
E poi scorgo poi chi si scusa preventivamente per aver travisato gli insegnamenti del popolo hawaiano e li trasmette dicendo: questo è l’ho’oponopono come lo vedo io!
Così, ancora una volta, i nuovi lettori, disorientati, mi chiedono: ma allora che cos’è l’Ho’oponopono? E di conseguenza: cos’è l’Ho’oponopono Cristiano®?
Mi rallegra sempre questa domanda, mi mette di buon umore, perché mi da’ l’opportunità di spiegare e chiarire. Con l’Ho’oponopono Cristiano® io ho compiuto né più né meno la stessa operazione realizzata da Morrnah Simeona. Morrnah, novella Caronte di tradizioni ancestrali, ha traghettato la cultura hawaiana, dai tempi antichi ai quelli moderni, attraverso una matrice fortemente cristiana.
Io, oggi, ritengo di essere avanguardia di una nuova consapevolezza sulla strada tracciata dall’Ho’ponopono.
Leggo nel Vangelo: “Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”. (Gv 14-6). E, pochi versetti dopo, le splendide parole che Morrnah ha reso il gioiello del suo Ho’oponopono: “Vi lascio pace; vi do la mia pace. Io non vi do come il mondo dà. Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti” (Gv 14-27).
Solo Gesù è la Via. Solo Gesù è la Verità. Solo Gesù è la Vita. Solo Lui è la strada verso il Padre.
E solo Lui può veramente spiegarci come usare Ho’oponopono come potente aiuto nel cammino verso Casa.
Questo, intendo io, è Ho’oponopono Cristiano®.
Ricercare la verità è un impegno per tutta la vita.
Trovarla ed esserne consapevoli un merito di pochi.
Grazie Morrnah!

Chi ha già letto gli interventi di Nicola sul mio blog, conosce, almeno per sommi capi, l'argomento. Chi invece s'imbatte per la prima volta in questi temi, oltre che andare al sito di cui parlavo all'inizio, può leggere altri suoi articoli su questo blog, in cui spiega l'essenza dell'ho'oponopono cristiano. Potete trovare tutto a questo link.

Juan Segundo

Nessun commento:

Posta un commento

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...