Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

lunedì 8 aprile 2013

Acquisti mercatali e qualche facezia

i fortunati acquisti della domenica
Ieri non ho avuto visioni o messaggi per voi, quindi oggi facciamo solo quattro chiacchiere al rientro dal fine settimana.
* Folla oceanica all'insediamento del nuovo papa. Che poi mi sono sempre chiesto: se l'insediato di turno prende posto su una poltrona, perché si dice insediamento? Forse perché impoltronamento suona male? Mah, non so.
** Altra folla oceanica davanti ai televisori per applaudire il secondo posto di Valentino Rossi nella prima gara di moto dell'anno. Ma io mi chiedo (quante domande!): ma tutta questa gente dov'era quando anni fa il tipo in sella alla moto blu e bianca ha patteggiato col fisco uno sconto di... 75 milioni di euro? Qualcuno ha spiegato loro che quei 75 milioni regalati sono stati presi, euro per euro, dalle loro (e nostre) tasche?^
*** Folla oceanica ieri anche a Pontida, dove i leghisti rimasti si sono riuniti per celebrare il funerale di un mondo che sta scomparendo. Ad un certo punto, coupé-de-theatre, il Bobo-Batterista (che ci volete fare: è una caratteristica di Maroni non dimenticare mai i suoi trascorsi, di voler ricomporre sempre in qualche modo la banda, un po' come i Blues Brothers) comincia a sventolare davanti alla folla sbavante i 13 diamanti che Belsito aveva accattato sottobanco; e proclama che li restituirà alle sezioni del partito. Alle sezioni del partito?!? Ma quella è roba nostra, del popolo italiano che aveva deciso con un bel referendum di non dare più finanziamenti ai partiti e si è ritrovato a dargli il rimborso, proprio grazie agli amici del senatur e dei caporioni di tutti gli altri partiti!
Insomma, una domenica da farsi ingrossare un bel po' il fegato.
**** In compenso, al mattino ho fatto la solita visita al mercatino dell'usato che si tiene ogni prima domenica. E, qui di seguito, c'è l'elenco dei trofei portati a casa dopo la caccia (tra parentesi il prezzo d'acquisto):
- La valle delle croci spezzate, di Franca Clama. Ho inziato a leggerlo e devo dire che è simpatico, con personaggi strani per un giallo, non in quanto personaggi, ma per come vengono descritti: pare di stare a guardare dal buco della serratura di una vecchia zitella. (0,50 euri)
- Estate Gialla 1980 e Inverno Giallo 85-86: classiche raccolte del Giallo Mondadori, quelle che preferisco, dove puoi incontrare autori sconosciuti (almeno per me!) e storie davvero interessanti. (0,50 euri cadauno)
- I dieci volti del delitto, di E. Wallace. Un Mammut(tone) Newton Compton del 1995, ormai fuori catalogo. Non mi sono lasciato scappare quest'occasione: 10 romanzi di Wallace tutti insieme, roba da portare, per esempio, in vacanza per una full immersion d'annata! (1 euro) Magari accompagnato da qualcosa di un po' più  forte, come questo
- Tutto ciò che muore, di J. Connolly (2 euri) Tempo fa avevo acquistato il sesto libro della serie del detective Charlie Parker (che già solo il nome mi fa tremare, vista la mia venerazione per il Parker jazzista!), Anime morte, ma dopo poche pagine l'avevo messo da parte perché non riuscivo a seguirne il filo. Poi un amico blogger, che non ricordo chi fosse, mi disse che per gustare appieno questa serie di Connolly avrei dovuto iniziare dal primo romanzo, appunto questo Tutto ciò che muore. Ora ce l'ho finalmente in mano e non vedo l'ora che arrivi il suo turno di prendere posto sul mio comodino!
L'istinto del lupo - La legge del lupo solitario, di M. Lugli. Bis di romanzi in unico volume (3 euri). Ho già letto Sei passi nella nebbia e Delitto perfetto (entrambi in ebook) di Lugli e questo mi ha spinto ad investire l'esorbitante cifra che vedete in alto per entrare nel mondo del suo Lupo. (Solo ora, a distanza di 10 giorni, mi accorgo dell'errore di persona! I due ebook sono di Francesco Lugli, mentre il libro è di Massimo Lugli. Chiedo venia! Però, pure tutti quelli che hanno letto il post, non se ne sono accorti?)
- Prega detective, di J. Ellroy. (3 euri) L'ho preso perché volevo leggere qualcosa di minore di Ellroy. Molti non ne parlano benissimo, ma... come si dice: leggere per credere!
- La lunga calda estate del Commissario Charitos, di P. Markaris (3 euri). Ho sempre sentito parlare di Markaris e del suo personaggio seriale commissario Charitos, ma non avevo mai avuto l'occasione di mettere le mani su un suo libro. Ora l'occasione è arrivata.
- Segreto di famiglia, di R. MacDonald (0,50 euri). Non c'è un motivo particolare per l'acquisto di questo libro se non che... è un'edizione del 1961! Mi ha affascinato tenere in mano quel volumetto, leggerne la data di pubblicazione (io avevo appena un anno e un paio di mesi), vederne la rilegatura approssimativa ma resistente nonostante i suoi 50 e passa anni, ammirarne la copertina un po' retrò, sentire... l'odore della carta antica (sperando che nessuno, a questo punto, mi tiri virtualmente appresso tastiera, monitor e colonna)! Mi ha riportato a quando, appena 14-15enne passavo le mie estati in montgna a leggere sotto i pini e gli abeti edizioni simili del Giallo Mondadori, tenendo conto che a quel tempo, i volumetti avevano appena 3 lustri. Ma allora tenevo in mano anche edizioni degli anni '50.
Bene, ho concluso.
Vi lascio alle vostre cose, sperando che nei prossimi giorni il tempo sia clemente e che tutto fili liscio.
Mantenetevi forti e in ascolto!

TIM 


------------------------------
^ Prevengo qui le osservazioni che mi vengono fatte ogni volta che parlo di questa cosa: io non ce l'ho con VR di persona personalmente. Ce l'ho con lui in quanto evasore graziato dallo stato. Così come ce l'ho con Pavarotti (pace all'anima sua e alla sua eredità), con Grillo, con tutti quelli che a fronte di milioni di euro rubati alle mie e tue (di te che stai leggendo) tasche hanno patteggiato un'elemosina da fare all'erario. E naturalmente ce l'ho con tutti queli che le tasse non le pagano per niente, con tutti queli che non assumono regolarmente i dipendenti... avete capito insomma! E ce l'ho con lo stato che fa i condoni. Dite che si legge che sono molto inc***to?

11 commenti:

  1. Meglio concentrarsi sui libri perché tutto il resto sarebbe solo da bruciare.
    Io, come sai, ho anche una situazione a casa influenzata dal lutto recente, e in certi momenti è davvero difficile. Speriamo che questo paese non diventi del tutto sudamericano, anche se siamo già sulla buona strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, forseè meglio parlare di libri. sono contento degli acquisti fatti e spero di trovarci in mezzo qualche chicca. sono fiducioso nel volume di Francesca Clama, di cui ho cominciato a leggere una ventina di pagine. Vedremo...

      Elimina
  2. Io sto cercando disperatamente (oddio... ho iniziato due giorni fa) l'urania nr 594, perché uscì quando sono nato! :D
    Si intitola H su Los Angeles, è di Robert Moore Williams. E lo potrei acquistare facilmente su ebay (http://www.ebay.it/itm/URANIA-MONDADORI-NUMERO-594-WILLIAMS-H-SU-LOS-ANGELES-/380476287507), ma preferisco girare per i mercatini, è più divertente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come noti, ho sviato completamente l'argomento politico.

      Elimina
    2. ho notato, ho notato, e ho anche risposto al tuo messaggio su fb (ma non diciamolo in giro che ci sono occhi e orecchie anche nei nostri computer!). e auguri per la tua caccia! ma se lo trovo io e te lo mando vale lo stesso?

      Elimina
    3. ahahahah... ma certo, ti ringrazio. Domani uscirà un bel post su questo libricino ^^

      Elimina
  3. Che belli i libri al mercatino!
    Ricordo da piccolo i giornalini comprati a due soldi, libri mai visti,..

    P.S.:
    Grillo non pagherà perché nello Statuto c'è scritto
    "associazione non a fini di lucro"
    Furbacchione!!

    Eh ma, Rossi e gli altri, sono eroi. Possono evadere quanto vogliono
    ma la gente si inchinerà a loro per l' eternità.
    Eh già..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i libri usati sono un mondo a parte, perché oltre all libro in se, c'è la storia di chi li ha tenuti in mano o negli scaffali. Sai quante foto trovo dentro o foglietti di appunti, lettere magari di 30-40 anni fa! è emozionante!

      Elimina
    2. Bellissimo! Sembrano come reperti archeologici e ti senti come proiettato nel passato.
      Io adoro oggetti e libri antichi.
      Ti danno una sensazione particolare che ti porta anche a lasciare un segno
      ( io no perché sto attento anche ad una piccolissima pieghetta dei libri che acquisto! )

      Elimina
  4. Anche a me piacciono i libri usati, se ci sono le dediche poi... :)
    (non darei mai via la pagina in cui sta scritta una dedica, questo tra parentesi)
    il tuo ps lo condivido in pieno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi soprattutto hanno il vantaggio di costare pochissimo, il che non guasta! Con i libri usati ho letto quasi tutto King, il 90% di Dick, tutto Matheson, tutto Simack (di quel che ho letto!) e tramite le antologie ho scoperto moltissimi bravi autori.

      Elimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...