Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

martedì 18 giugno 2013

E per il tuo funerale, che musica vorresti?

Puntuale come una sposa in chiesa, arriva il mio post settimanale.
Fa caldo, molto caldo e pare che l'estate sia arrivata in modo definitivo.
In questi giorni non sto facendo granché: le lezioni sono finite, perciò il lavoro in una cartoleria essenzialmente legata alla scuola cala di brutto; di scrivere avrei anche qualche idea, ma mi manca la voglia vera; tutto questo mi da molto tempo per leggere, e questo è l'unico aspetto positivo. Adesso sono alle prese con Delitti di gente qualunque, di Loriano Macchiavelli e nel frattempo spulcio tra un paio di raccolte di racconti, una di Cornell Woolrich, La luce alla finestra e l'altra American Pulp, di Autori Vari (dove potrete leggere, imperdibile, La fiamma frigida, dell'immenso Richard Matheson!). Quest'ultimo volume lo trovate qui in formato PDF, aggratis!
Ma ora veniamo all'argomento del post.
Qualche tempo fa, su Twoorty, (il social che mi sta dando grandi soddisfazioni, perché unisce l'immediatezza di Fb -ma senza tutti i ca*****nti che ti potresti beccare da parte di gente che non ha niente da fare dalla mattina alla sera e lo viene a fare sulla tua bacheca!- alla possibilità di approfondimento di un blog) tal Luigi Metropoli commentando un post di tale Francesca Galderisi lanciò una specie di sondaggio: che musica vorresti fosse suonata al tuo funerale?  Qualcuno compilò addirittura una playlist lunga un km.
Perciò ora io vi chiedo, mutuando dalla domanda di Luigi:
che musica (canzone, brano musicale) vorresti fosse suonata al tuo funerale?
e aggiungo:
e a quella del tuo peggior nemico?
Avete due titoli per ogni risposta.
Naturalmente si fa per scherzare, quindi prendetela come una celia, uno scherzo, un esorcizzare l'evento clou della nostra vita terrena, dopo la prima notte passata insonne a cercare di calmare il pupo appena nato.
Io, per parte mia, risposi, e confermo, con due titoli:

L'avvelenata, di F. Guccini
e/o

Ciao, di Lucio Dalla.

E per il mio peggior nemico? penso che non ci sia niente di peggio che andarsene senza neanche ascoltare per l'ultima volta un po' di musica, quindi un silenzio... di tomba basta e avanza!

Ben, io mi sono espresso.
Ora tocca a voi.

TIM

16 commenti:

  1. Che simpatica tematica!! :D
    Per me, Addio di Guccini mi sembra una buona scelta oppure qualche pezzo di L. Mc Kennit o dei Dead can dance...
    Per il nemico... boh.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Vedo che comunque ti piace la buona musica! La tematica è forse macabra, ma perché non scherzarci un po' su, tanto quando arriva... arriva!

      Elimina
  2. Scelta difficile!

    Beh, ad un nemico, gli dedicherei
    "Ricordati che devi morire"
    https://www.youtube.com/watch?v=CFWlnYDc1yE
    come in quel film di Troisi (? era lui sì?)

    Per me guarda, non saprei che scegliere.
    Siccome sono un tipo modesto ed li amo come gruppo, sceglierei... una bella..

    "I am The Champion" ( e non "We Are The Champions" al singolare perché io sono un singolo ) dei Queen.
    Modesto? eh già ahahahaha

    ciao Timmino!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, pennino!
      Sì, il film era con Troisi e Bbnigni: Non ci resta che piangere.
      I am the Champion? potresti provare a scriverla tu. magari diventa il tormentone dell'estate!

      Elimina
    2. Pennino mi piace! ahahahaah
      Ok ci provo. Magari diventa veramente il tormentone dell' estate ( seppur plagiata spudoratamente! ) ahahahah

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Per me Nevermind, dei Nirvana (ma anche il silenzio fuori ordinanza mi piacerebbe!).
    Per il mio nemico... Ci vorrebbe il Mare, di Masini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei proprio cattivo col tuo nemico. Però, per restare nelle masinate, anche Vaffa... potrebbe andare!

      Elimina
    2. Ci avevo pensato a Vaffa... ma poi mi son ricordato che in realtà è un brano di ribellione, in cui Masini manda a Vaffa i suoi produttori perché non gli permettono di fare la musica che vuole etc etc. Per cui non andava bene. Invece ...come quelle storie vere di delfini che, vanno a riva uniti per morir vicini e non si sà perché... mi pareva perfetta!

      Elimina
  5. Io una cosa pesante e strappalacrime tipo Estranged dei Guns 'n Roses. Per i miei nemici, ovviamente, Highway to Hell! :)

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inguaribile romantico fino alla fine! l'autostrada per l'inferno, poi, è azzeccatissima!

      Elimina
  6. Nemici non ne ho, quindi non ci sono problemi per la risposta 2.
    Per la 1... beh, sai è il tipo di domanda al quale potresti dare una risposta diversa a seconda degli stati d'animo.
    Oggi, per esempio, mi verrebbe da proporre "Sonne" dei Rammstein, con il bellissimo refrain "stanotte [il sole] non tramonterà". (É pur vero che, essendo in tedesco, suona "sie wird heut Nacht nicht untergehen" e non credo che i miei famigliari ci capirebbero granché...)
    Oppure "Solitude #2" di Ryuchi Sakamoto, che è strumentale e non ha un testo da comprendere, però è davvero triste, è proprio la melodia adatta per far scoppiare tutti a piangere...
    Vabbé, vada per "Comedown" dei Bush, da sempre la "mia" canzone, la stessa che ho proposto nella tua intervista. Almeno non è triste, e fa pensare che davvero io sia semplicemente su in cielo sopra una nuvola e non abbia voglia di "come back down from this cloud".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai nemici!? Allora vivi proprio in una certosa, e non è quella della galbani! sei già il secondo che mi cita Sakamoto (non in questo post), ma non lo conosco. a questo punto mi tocca andare su youtube.

      Elimina
  7. Io per il mio funerale vorrei l' Adagio in D minor di John Murphy mentre per un mio nemico penso basterebbero solo un coro di pernacchie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo conoscevo, ma ascoltandolo su youtube devo dire che è molto evocativo. certo, andrebbe ascoltato guardando il film... Ottima scelta! peccato che tu non ci sarai quando l'eseguiranno! ti sarebbe proprio piaciuto! ahahahah!!!

      Elimina
  8. il pezzo serio è sicuramente " when the crowds are gone " degli immensi SAVATAGE, quello più cazzaro è " to hell and back again" dei Saxon.
    Al nemico qualsiasi pezzo dei Venom.

    RispondiElimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...