Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

martedì 21 agosto 2012

Alcune cose che... in vacanza!

cucù!


Alcune cose che... ho fatto, visto, pensato in questi 15 giorni di vacanza a Pietra Ligure.

## In questi giorno ho visto donne portare con molta non chalance la propria cellulite. E qualcuna scambiarla per un indispensabile accessorio di Armani.

## Se avete bisogno di una maglietta speciale o di un paio di ciabate firmate per sentirvi figui la sera, sul lungomare, davanti alle vostre squinzie preferite, allora non siete figui, convicetevene. Forse erano figue le magliette o le ciabatte. Perché figui si nasce e io, modestamente, lo nacqui. *

## Questa è per Glauco: ho trovato un gelato più buono della Gromm: a "Il giardino dei peccati di gola" di 'u magu'. Peccato che da Bologna non sia proprio una passeggiata!

## Se volete fare un tiro birbone al vostro peggior nemico, consigliategli di trascorrere una splendida vacanza a Finale Ligure: gli darete una sola mostruosa!

## Qualche differenza non proprio da poco: i pulmann urbani ed extraurbani della costiera di ponente hanno l'aria condizionata e con 1 euro e 30 scorazzi in lungo e in largo per tutta la provincia di Savona. I treni delle FFSS, invece no; nel senso che con la stessa cifra fai pochi chilometri e non hai neanche un refolo d'aria fresca. Nel viaggio di andata, infatti, l'aria condizionata entrava in funzione solo quando il treno era fermo in qualche stazione, poi si riaddormentava.
## Sempre sulle FFSS. Sabato 18: partenza per il rientro a casetta mia. Arrivo in stazione e scopro che la biglietteria apre alle13.30. Alle 13 e 30!? Ma come? siamo in una località eminentemente turistica e la biglietteria apre solo al pomeriggio? È come andare con una bella di notte e doversi portare il condom da casa! Ci saranno le biglietterie automatiche, penso candidamente. E ci sono infatti, addirittura due! Ma... non dimentichiamo che siamo nel paese del mare e del sole e, soprattutto, degli italiani. Quindi una macchinetta è fuori servizio mentre l'altra non accetta pagamenti in contanti: solo bancomat, e senza nessun cartello indicatore. Immaginate la faccia di chi ha fatto la fila e dopo aver smadonnato alla ricerca del treno giusto, si sente dire da una vocina gentile: inserire la carta o la tessera bancomat! Che siano le prove per l'americanizzazione dell'italica economia?

## E a proposito di economia, società e altre amenità estive del genere, una piccola riflessione che manderà su tutte le furie i duri e puri della politica. Mi sto accorgendo, oggi, che finora ci siamo riempiti la bocca dei diritti: diritto a questo, diritto a quest'altro, proteggere i diritti di questa categoria, e via discorrendo. Ma i doveri? Abbiamo mai fatto uno sciopero per il dovere di essere operativi sul posto di lavoro invece di andare da una macchinetta del caffè all'altra? Quale sindacato ha mai denunciato un suo iscritto perché invece di lavorare andava a farsi una sauna e un massaggino? Siamo pieni di corporazioni, albi professionali, sindacati (ma quanti sono i sindacati in Italia?); e normalmente tutto (o almeno la maggior parte delle cose) si risolve con una serrata per l'aumento dello stipendio. Cosa sacrosanta. Ma quand'è che tutta questa gente si riunirà per parlare di come far rientrare l'economia italiana nei binari della normalità e della crescita? Sapete quanti sono, solo nella pubblica amministrazione, quelli che i vari enti prestano per lavorare nel sindacato (e che quindi paghiamo noi)? Nel 2008 erano più di 3000 per un costo allo stato, cioè a me, te e te, di 115 milioni di euro. Questo quattro anni fa. E oggi?
Quale sindacato (se ce qualcuno che mi dimostra il contrario sono felicemente pronto a smentirmi) ha, negli ultimi 20 anni, deciso di fermare con uno sciopero la produzione perché l'ILVA di Taranto uccideva 1 persona ogni tre mesi?

## Nella seconda settimana di permanenza ho avuto come vicini d'appartemento due famiglie con anziani molto malati: uno terminale e l'altro bisognoso di flebo continue e, mi è sembrato, di alimentazione artificiale. E nel fondo del mio cuoricino mi sono chiesto: come ci si sente a sapere che ci resta poco da vivere?

## Bossi ha ragione quando dice che... ma di questo, forse, parlerò nel prossimo post.

Ora mi rimbocco le maniche (anche se quelle della maglietta sono già corte!) e si ricomincia a lavorare. Libri e quaderni mi attendono.


TIM

-------------
* basta guardare la foto di copertina. Quello al centro sono io, con pelata integrale e occhialini; tutt'attorno un agglomerato liquido di atomi di idrogeno e ossigeno, svariati sali minerali e una discreta quantità di urea.

10 commenti:

  1. E' tutto normale! Dalle biglietterie semiautomatiche agli operai semiassenteisti. Probabilmente anche Bossi è normale. La cosa stupenda è vedere finalmente le donne in spiaggia con la loro cellulite! Basta con misure stereotipate e costumi infraculo!
    Ho detto.

    RispondiElimina
  2. E dici bene, anzi benissimo. Forse finora siamo stati troppo buoni, con tutto e con tutti. E, soprattutto, benvenuto/a nel mio garage.

    RispondiElimina
  3. Bentornato in Italia (detto con una certa ironia. Anzi, togli pure il "certa").
    Spero che comunque ti sia divertito :-)

    RispondiElimina
  4. ben tornato! Ma lo sai che quest'anno son stato da gromm solo una volta? Ho riscoperto la gelateria in via delle Moline, a Bologna. Storica e... Il gelato è ottimo. Comunque chissà, forse un giorno proverò la gelateria che segnali :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! non esagero a dire che finora è il miglior gelato mai mangiato! ti lascio l'indirizzo facebook: http://www.facebook.com/pages/Il-Giardino-dei-Peccati-di-Gola-LOriginale/131723370283946. È un locale minuscolo, ove entrano non più di 3-4 persone, ma la sera c'è da fare anche mezz'ora di fila! (e non mi paga nessuno per questa pubblicità, beninteso!)

      Elimina
  5. beh. sicuramente che mi sono divertito! non si vede dallo sguardo ilare della foto? nooo? ti giuro che mi sono sforzato, ma più ilare di quello non mi veniva! spero che anche tu ti sia divertito. Ci si sente in pvt!

    RispondiElimina
  6. Bentornato! Vedo che le vacanze ti hanno fatto bene. Lol:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vacanze fanno (quasi) sempre bene. Sono i rientri che sono traumatici. E se fossimo pagati per andare in vacanza e lavorassimo gratis? secondo me funzionerebbe!

      Elimina
  7. Quando ho fatto il militare i sindacalisti erano i primi a rompermi le scatole. Raccomandavano amici e parenti e a me mi prendevano pure a male parole se gli giravano. Bentornato e se non ti sei divertito recupera qualcosa con questi ultimi giorni estivi!

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in vacanza mi sono divertito, non posso dire diversamente. È solo che se stai un minimo collegato con quello che succede in Italia e nel mondo, non puoi non vedere e vivere sulla tua pelle cose come queste. Le vacanze ormai per me sono finite, sono già da tre giorni all'opera e ora comincia il periodo più lavorato (e speriamo fruttuoso!) dell'anno, con l'inizio della scuola.

      Elimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...