Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

giovedì 28 marzo 2013

Reportage dalla Repubblica dello Stato Libero di Ananas

Dal nostro inviato
Mara: la portavoce del neo presidente della Repubblica

Un'aria di primavera tipicamente copacabana ha salutato l'apertura delle finestre del nuovo inquilino del Monte questa mattina.
Dopo aver chiesto il nome alla ragazza che aveva avuto l'onore di passare la nottata con lui, il nuovo presidente della Repubblica dello Stato Libero di Ananas ha messo la dentiera e si è liberato del pannolone.
Queste indiscrezioni, avute peraltro da fonte più che attendibile, confermano che il dr. Pier Lisio Belin Scuro non ha perso lo smalto.
C'è da segnalare nel frattempo che, nella riunione di ieri sera col suo staff, il neo presidente ha rivelato alcune delle innovazioni che apporterà nell'immediato.
Anzitutto, per abbattere i costi della politica, la parata militare per i festeggiamenti della repubblica sarà spostata in un giorno (ancora da decidere, ma probabilmente verso la fine) del mese di settembre e sarà sostituita da una sfilata di Escort. Alla domanda di un collaboratore sul perché avesse scelto proprio una marca d'auto straniera, il neo presidente ha specificato che non si tratta di sfilata di auto, ma di uno spettacolo a cura di una categoria di lavoratrici protetta, le quali marceranno in lingerie e metteranno in scena, alla fine, uno spettacolo di burlesque. Pensava poi ad un'estrazione a sorte tra le partecipanti per stabilire turni di servizio al Monte. Ma su questo punto ha rimandato la decisione a dopo l'incontro col nuovo presidente del consiglio dei ministri.
Quest'ultimo, incalzato qualche giorno fa da un gruppo di pensionati che manifestavano in piazza scandendo slogan tipo: "Sai dove te la puoi infilare la banda larga!" e ancora "Se uno vale uno, una testa di c***o è pur sempre una testa di c***o!", ha risposto con un post sul suo blog in cui ribadisce con chiarezza uno dei punti fermi del suo programma di governo: "Siete tutti morti!".
Ma tornando al nuovo inquilino del Monte, è trapelata un'altra notizia, questa volta su una proposta di legge che suggerirà al nuovo premier per rilanciare nell'immediato l'economia. Pare, ma le voci non sono state ancora confermate, che si tratti di un progetto riguardante alcuni contratti part time, praticamente "a ora, mezz'ora e veloci" denominato cchiu pilu ppi tutti. In questo progetto rientreranno anche le nuove tecnologie tanto care al neo premier del consiglio. Infatti saranno creati cataloghi digitali dove le lavoratrici potranno inserire i loro curricula, corredati da foto e dai commenti di chi ha già potuto testare la loro professionalità. Anche le richieste da parte dei futuri clienti potranno avvenire per via digitale, la qual cosa renderà più democratica la discussione politica e il mondo del lavoro.
Siamo certi che con queste premesse si potranno non solo sbloccare potenzialità lavorative, ma si incentiverà anche lo sviluppo della libera impresa.
La lungimiranza dei nuovi governanti, che risalta fulgidamente persino da queste poche ed elementari proposte, ci fa ben sperare per una ripresa sociale ed economica della beneamata Repubblica dello Stato Libero di Ananas.
Restiamo sempre pronti ad informarvi su tutto ciò che avviene in questo paese, che sta diventando esempio di rinascita culturale e sociale e che potrà un giorno, ne siamo certi, esportare nuovi esempi di democrazia e di sviluppo.
Gegè Poparuolo
(inviato speciale de Il Prostrato 
- Libero Giornale)

TIM









8 commenti:

  1. Oh, santiddio. Finalmente torna la patata in parlamento! Con la caduta (?) di Berly avevo paura che non ci sarebbe più stato di che vedere. Viva le Escort! Ford, naturlamente.
    Sai che Gegè Poparuolo mi sembra di conoscerlo? XDXD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gegè è un vecchio e caro amico, giornalista dalle mille battaglie (con la bilancia) che non sa resistere davanti ad uno scoop così come davanti ad uno spaghetto ai frutti di mare. Ora ha promesso di passarmi questi reportage che ha inziato per il suo giornale (sic!) dalla repubblica dello stato libero di ananas. Per quanto riguarda la patata, stai pur certo che un'attimo prima della fine del mondo, l'unico odore che si sentirà sarà quello! (parlavi delle patate sotto cenere condite col sale, vero?)

      Elimina
  2. Qui sì che si fanno cose per il popolo!
    Mi devo segnare la data esatta dello spettacolo di burlesque!


    P.S.:
    nel post mio du Twoorty sei menzionato!
    E ti saluto pureeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado a vedere, e ti saluto anch'io!

      Elimina
  3. Oh, sicuramente il noto gruppo alimentare "patatina pay" (tradotto in italiano: paga se vuoi la patata) investirà massicciamente nel nostro paese. Forse si creerà davvero il famoso "milione di posti di lavoro" che ancora attendo dal 1994...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah! la patatina pay è esilarante! quanto ai posti di lavoro, stanno aspettando che non ne rimanga neanche uno (tranne il loro) in modo che basta il primo lavavetri che riceverà una monetina per poter dire che c'è gente che lavora onestamente e si guadagna di che vivere!

      Elimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...