Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

martedì 7 maggio 2013

Addio

Sono passati più di vent'anni (era il 1992) eppure questa poesia di Rokko Smithersons -
il grande Charlot aveva ancora una speranza per ricominciare...
Corrado Guzzanti sembra scritta ieri, anzi oggi, anzi qualche mese fa.
Gli elettori che vorrebbero dare il ben servito alla politica, i politici che restano abbarbicati alle loro poltrone (l'ultimo governo ne è un esempio, una certezza avverata).
E poi un partito/movimento che si fa paladino della democrazia, che vuole combattere la casta e che lo fa... trasformandosi egli stesso in qualche settimana nelle peggiori puzze e retrogusti della casta. (e che proprio oggi si spacca sulle retribuzioni dei parlamentari!)
Ma non è tempo di polemiche.
Devo confessare che per me è finito il tempo delle speranze. Visti gli ultimi dati sulla disoccupazione, sul PIL, sul deficit, sugli ascolti mediaset-rai, su tutto quello che volete, penso proprio che la ripresa non ci sarà mai, almeno finché campo io. Non ci si può rialzare se non c'è la forza interna, se non ci sono stampelle che ti aiutano.
E questo governo Alfetta (Alfano-Letta) mantiene le promesse: sarà velocissimo... a cadere.
D'altra parte è stato fatto apposta per questo: Berlu ha posto due condizioni (IMU e presidenza della Convenzione) facili facili, nel senso che sa che se non ce la farà a farsi dire di no con l'una ci riuscirà l'altra, e quindi vai col ritiro della fiducia (ma al governo non ci sta anche lui? mah, misteri di questi anderotti dei nostri giorni!).
Il PD è riuscito ad affossare qualsiasi cosa: dalla democrazia interna a quella nazionale, dai giovani emergenti (e non parlo di Renzi, che è solo uno che ci sguazza: visto che non l'ha voluto berlu si accontenta di fare il sindaco di Firenze!) ai padri fondatori. Fece bene a suo tempo Occhetto a non entrare nel PDS in quel famoso 1989 alla Bolognina!
Insomma, sapete che vi dico: mi sono rotto di perdere. Fra qualche mese, quando si voterà, metterò una bella croce sulla faccia di Berlu, così, almeno una volta in vita mia, potrò vincere, e vincere facile!
Scherzooooo!

(dite la verità: dal titolo del post avevate sperato che io chiudessi una volta per tutte! ma non sarà così facile liberarsi di me!)


 ADDIO
Ci rimpiangerete!
Quando capirete la frattura istituzionale
che avete determinato col vostro voto,
vi ci rimpiangerete, elettori!
Rimpiangerete i nostri volti,
rimpiangerete la nostra coerenza...
Ma questo non è più il tempo delle parole:
avete detto "no" a tutti gli sforzi
di ricucire il tessuto connettivo della vita politica.
Avete detto "no", ci avete dato il benservito,
siete stanchi di noi?
Ebbene sia!
Non vogliamo pensare ad un voto irresponsabile,
avete votato secondo coscienza,
avete fatto il vostro dovere.
Ebbene sia!
In questo momento doloroso
noi vogliamo dimostrare il rispetto per la vostra scelta:
in tutta la sua ingenuità, in tutta la sua emotività politica,
è stata tuttavia una scelta democratica e come tale merita
riguardo.
Nessuno vi ha mai obbligati a scegliere...
c'è chi parla di regime...
Noi ci vantiamo di averla costruita
questa libertà che oggi avete così ciecamente esercitato...
Non vi andiamo più bene?
Liberissimi, il dado è tratto, addio, allora.
Questo è un paese libero
...nessuno vi obbliga di rimanere. *

TIM
_________
*  Tratto da Il lbro de Kipli, di Corrado Guzzanti, Baldini&Castoldi 1982, pg 69


http://www.twoorty.com/users/temistoclegravina

6 commenti:

  1. No... no... no... Bisogna lottare, morire lottando, e credere in qualcosa. Se si smette, se ci si appoggia al "tanto non cambia nulla", allora si consegna il paese, e la nostra vita, in mano a quelle persone.

    Cosa si può fare? Smettere di darsi fuoco, smettere di darsi assenti, e continuare a fare muso duro, polemica, lotte di piazza (sai che a Bologna, in piazza maggiore, c'è un tizio che raduna i passanti e li induce a parlare di politica? E i passanti si fermano, dicono la loro su un mini pulpito, discutono, si confrontano...).

    Là in mezzo, nei meandri di PD, PDL, M5S, etc etc ci sono anche persone che vogliono veramente fare qualcosa, son ben nascosti, o a volte vengono messi all'angolo con astuzia, ma ci sono e fanno ogni giorno a gomitate per cercare di far bene. E' per loro che non dobbiamo cedere.

    E comunque, se non vuoi l'IMU su casa e negozio, allora è giusto votare Berlu. Che tanto anche lui, un giorno, ci lascerà, e magari accade per la felicità di aver ricevuto il 100% dei consensi, per essere diventato Presidente... magari uno scarabacino per colpa di una olgettina. Insomma, la vita è bella perché è piena zeppa di ostacoli, e nascere in Italia non sarà come nascere in Palestina, ma è comunque una bella sfida! ^_^

    Ma lo sai che pensavo davvero chiudessi il blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che il mio è un blog in bilico... ma il titolo era volutamente ammiccante! la mia non è mancanza di speranza, ma certezza che economicamente non ce la faremo, almeno finché avremo questa gente che ci governa. E visto che i nostri probolemi vanno risolti ADESSO, non tra due mesi o sei (gli italiani non hanno così tanto tempo da star fermi con le mani vuote)neanche andare a nuove elezioni risolverebbe. Tutti quelli che da giugno perderanno il posto, che dalla stessa data non avranno più neanche la cassa integrazione... e loro che si accapigliano su restituzione dell'IMU e presidenza della convenzione (proprio stamattina si stanno sbranando per le nomine nelle commissioni!)... Mi dirai: è sempre stato così! È vero, ma ora non c'è più tempo, e non lo dico io, ma i fatti e gli esperti. E anche tu, purtroppo, te ne stai rendendo conto.

      Elimina
  2. Santa patata vergine, salvaci tu... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ora che anche il papa ha detto che le suore devono essere più madri che zitelle, mi sa che di... patate vergini ne rimarranno ben poche! (con tutto il rispetto per l'abito e per quello che ci sta sotto!)

      Elimina
  3. :D per la fine! No, io ho invece pensato che volessi commentare la canzone del grande Guccio... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quella ho gia parlato diverse volte! e anche questa è attualissima!

      Elimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...