Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

venerdì 4 marzo 2011

Silvio e la spazzatura

Ultime notizie da Raiopoli: Silvio è inopportuno. O meglio, lo spot di Silvio Forever, il film di Roberto Faenza e Filippo Macelloni sulla vita del premier è inopportuno. Insomma una specie dei "Excalibur" (il film di J. Boorman del 1981) dei nostri giorni. Dicono che le immagini in cui compare, come potete vedere nello spot presente nel link, la madre del Cavaliere porterebbero dei rischi di azioni risarcitorie per offesa alla memoria della defunta. Quindi la RAI non se la sente proprio di mandare, come previsto, dal 6 marzo il trailer del film. A posto dello spot incriminato andrà in onda la replica della puntata del telegiornale in cui Silvio proclamava:  "Basta con i condoni!" e quella in cui profetizzava che in 3 giorni la spazzatura di Napoli sarebbe sparita.
In fondo anche eliminare lo spot di cui sopra è come far sparire la spazzatura! (a seconda dei punti di vista).
TIM
(La foto è tratta da qui)

5 commenti:

  1. beh, non c'è da stupirsi... adesso è per la defunta, poi sarà per qualche altro motivo... :(

    RispondiElimina
  2. Sarebbe utile distribuire in rete il film, sempre se non verrà trasmesso in alcun canale.

    E comunque questo dimostra quanta libertà d'informazione c'è in questo paese. Per sapere cosa davvero succede in Italia bisogna leggere i quotidiani esteri.

    RispondiElimina
  3. @ Fra: Siamo entrati in un circolo vizioso in cui c'è sempre qualcuno che tiene per le palle qualcun altro e ne condiziona le scelte. Che si tratti di soldi, di scandaletti, di carriera. Da Craxi in poi è stato tutto un crescendo (o una discesa!) di queste situazioni. Anche prima esistevano la corruzione, il clientelismo, ma c'era il pudore di tacere e nascondere, e quando qualcuno veniva preso con le mani nel sacco pagava come era giusto. Oggi tutto è permesso, si fa alla luce del sole e soprattutto impunemente. E' l'Italia dei pupi (noi) e dei pupari (questa gente).
    @ M.C.A.: Benevenuto nel mio garage. Spero ti possa trovare come a casa tua e sentirti libero di esprimere le tue idee. Qui da me, come da tutti gli amici blogger, chiunque 'deve' dire la sua su qualunque argomento. Sì, forse hai ragione nel dire che biosogna guardare l'Italia dall'estero per vedere cosa accade 'realmente' da noi. Ma anche qui ci sono spiriti liberi che fanno informazione, bisogna saperli scovare. E comunque, per adesso, anche noi siamo liberi di parlare e lo possiamo fare. Certo il mio blog, o quello di tanti altri, non può (e non pretende) di cambiare la situazione, ma spera di capirla e aiutare altri a farlo. Con l'aiuto di tutti, anche il tuo.
    Temistocle

    RispondiElimina
  4. Beh, su queste cose è normale fare ostruzionismo.
    Stupidi "noi" (in senso lato) a eleggerlo ogni volta.

    RispondiElimina
  5. Come tu ben sai l'importante è creare l'ostruzionismo, informando, coinvolgendo intellettualmente la gente. Ma quando, come nei 'mitici' anni '70-'80 e anche ora, ti arriva qualcuno a casa e ti promette mari e monti, ti imbroglia con parole su parole tanto che non ci capisci più niente, alla fine ti ritrovi a fare una croce sul suo nome su una scheda. Non è per menarcela con la storia della convinzione mediatica, della potenza delle TV, ma abbiamo provato qualche volta a guardare un TG (e mi scuso con l'ordine intero dei giornalisti) di Fede e di Italia1? Il povero pensionato da 490 € al mese, che per tutta la vita ha vissuto senza porsi tante domande, subendo sempre (e sono la maggior parte), a chi pensate che creda?
    Temistocle

    RispondiElimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...