Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

mercoledì 28 settembre 2011

Avete solo due minuti?

Breve post, questa mattina, anche perché tra stasera e domani ci sarà una piccola sorpresa che spero risulterà gradita.
qui
Avevo già segnalato l'iniziativa di Angelo Benuzzi che caldeggia la nascita di un'armata in difesa e per la rinascita della SF italiana, iniziativa lodevole a cui probabilmente aderirò ma come semplice spettatore, non avendo la preparazione culturale per supportare dibattiti o proporre temi. Ho sempre detto di essere un lettore di fantascienza, avido e appassionato finché si vuole, ma pur sempre solo un lettore.
Oggi voglio segnalare una prima chiamata alle armi sull'argomento di Sekhemty, il quale si mette di buona volontà e fa alcune proposte su quale potrebbe essere il supporto web su cui questo nuovo esercito potrebbe affilare le armi e scendere in battaglia.
Altra segnalazione un po' più personale. Dopo il mio post di lunedì, in cui mettevo a disposizione di chi volesse alcuni piccoli e insignificanti lavori risalenti a molti anni fa, è venuto fuori uno scambio con Ariano, che in qualche modo era stato l'ispiratore di questo gioco letterario. Così lui mi ha fatto dono di una sua storia di carattere poliziesco di una quarantina di pagine, e io gli ho mandato due minuscoli frammenti senza trama ben precisa nati molto tempo fa. Questo scambio, oltre ad essere bello e interessante perché riafferma a mio modo di vedere che le storie non sono di chi le scrive ma appartengono a tutti, sempre, mi da, egoisticamente, l'opportunità di vedere come si lavora su una storia, imparando da qualcuno che io ammiro sinceramente e a cui riconosco doti di scribacchino molto più che a tanti scrittori affermati (devo fare qualche nome?).
Questo è tutto. A stasera. Forse.
TIM

6 commenti:

  1. Sono molto curioso di vederne i risultati. ;)

    RispondiElimina
  2. @ Nick: penso che per vedere i risultati bisognerà aspettare e anche un bel po', almeno nel mio caso. Anzitutto perché il lavoro di Ariano è abbastanza grosso e impegnativo (gli ho già dato un'occhiata) visto anche che con una storia complessa a livello di lunghezza (romanzo) non mi sono mai cimentato; secondariamente perché ho in corso ancora la riscrittura del racconto di cui ho parlato e sto andando avanti con la prima stesura del secondo della serie. Posso solo dire però che il romanzo di Ariano vale veramente la pena; spero solo (se ci metterò mano) di non rovinarlo.

    RispondiElimina
  3. Grazie per la segnalazione.

    Esperimento interessante quello che state tentando tu e Ariano!

    RispondiElimina
  4. Armata? Quale armata? Solo per quel paio di pezzi d’artiglieria laser che tengo in giardino, via, non è il caso di usare questi termini. Quanto al cosidetto arruolamento, non siamo ancora arrivati al concetto di leva obbligatoria (bella idea, quasi quasi) possiamo dire che la cosa è fortemente consigliata e invitare a tenere in considerazione gli stormtrooper che bussano alle vostre porte. Così, per educazione.

    RispondiElimina
  5. @ Sekhemty: Esperimento è la parola giusta. Ancora non c'è niente di certo né da parte mia nè sua.
    @ Angelo: ahahaha. Paura!!!

    RispondiElimina
  6. Qualcosa sta per giungere già stasera... ;-)

    RispondiElimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...