Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

martedì 28 settembre 2010

Un dilemma cornuto

Un dilemma cornuto, in filosofia, è un'argomentazione che può avere solo due risposte e nessun'altra, come sono appunto, normalmente, solo due le corna.
Allora se il padre del trota da' una nuova definizione dell'acronimo SPQR, le cose sono due:
1. parla seriamente; e allora dovrebbe trarre le sue conclusioni e andare a vivere in qualche paese africano (e chiedo scusa ai popoli di quel continente) dove sono abituati ad avere dittatori ignoranti e arruffapopolo;
 2. scherza; e allora farebbe meglio a intraprendere la carriera di comico, anche se in questo campo avrebbe degni concorrenti.
Ma, mi chiedo, la gente che si strappa i capelli ai comizi di gente come questa o difende a spada tratta (anzi a fucile puntato) le loro farneticazioni, non si pone qualche domanda? che figura ci fa a sostenere simili maschere da moderni guitti?
Resta sempre vero: era meglio morire da piccoli!
TIM

4 commenti:

  1. Concordo in pieno con quel che hai scritto, altro non serve aggiungere, o forse si: Speriamo non prendano mai potere persone così, la dittatura è sempre la rovina dei popoli.

    RispondiElimina
  2. Trenat'anni fa o più ridevamo con Woody Allen e il suo dittatore dello stato libero di Bananas; oggi purtroppo si è passati dalla commedia alla tragedia e noi non siamo di certo semplici spettatori.
    Temistocle

    RispondiElimina
  3. La cosa brutta è che ormai non c'è più neppure voglia di reagire.
    L'americanizzazione della politica, trasformata in spettacolo televisivo e show, ha prodotto gli stessi effetti del luogo di origine.
    Quando sentivo che in America il 50% della popolazione non va a votare, pensavo: ma come è possibile?
    Adesso comincio a capire. Se una campagna elettorale si basa sulle scappatelle del candidato repubblicano (o sull'insulto reciproco come qui da noi), magari l'impressione generale è che non stiamo parlando di una cosa seria come il governo della nazione...

    RispondiElimina
  4. @ Ariano: anche a me capita spesso di pensare sentendo queste beghe da pianerottolo: ma questo che c'entra con chi non trova più un posto di lavoro perché ha cinquant'anni o perché al contrario è appena uscito dalla scuola e non ha esperienza o perché il suo padrone ha deciso di fottersene di lui e quelli come lui e di mandarlo in mezzo ad una strada? e noi continuiamo a votarli e sostenere. Possibile che siamo così coglioni da credere a tutto quello che dicono? Forse come dici tu anche da noi piano piano ci stiamo disabituando all'impegno, sia politico che civile, culturale, sociale ecc.. ma d'altra parte vedendo e sentendo certe cose conviene fare davvero come quei prelati medievali che mentre fuori infuriava la battaglia discutevano del sesso degli angeli chiusi in una chiesa. E' per non dover imbracciare un fucile e fare un remake casareccio di 'Un giorno di ordinaria follia'.
    Temistocle

    RispondiElimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...