Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

giovedì 8 marzo 2012

Strane foto birichine

Dedico questo post a LadyGhost, anzitutto perché oggi ha arbitrariamente nominato il mio garage come affidabile al 100%, e poi perché quello di cui parlerò brevemente è materia sua.
Quale? le cose strane che capitano tra capo e collo.
Ma andiamo per ordine.
Lo scorso anno ho acquistato un telefonino nuovo, uno di quelli che fanno foto, schermo touchscreen e bla bla bla. L'ho preso solo per un motivo: io sono ciecato e questo era quello con lo schermo più grande intorno ai 100 euri. 
Dopo innumerevoli notti in bianco a studiare le istruzioni per l'uso (non è veeerooo! ma quasi) ho iniziato a fare anche le mie belle foto. Clicca di qua, clicca di là ho cominciato a saper quasi usare l'aggeggio. Per non appesantire la memoria, dopo qualche settimana vado a fare un po' di pulizia nella galleria multimedia e... trovo la foto che vedete sopra!
Le foto fatte col mio telefonino hanno come numero quello ricavato dalla data e dal numero progressivo. Bene, questa foto risulta essere la numero 010420100097; quindi la 97esima del primo aprile 2010 (e giuro che non è un pesce d'aprile!), cioè un anno prima dell'acquisto dell'oscuro oggetto di piacere, quando, forse, ancora non era stato neanche assemblato in qualche oscura parte del mondo dove la manodopera costa un'inezia e se muore un bambino al banco di lavoro lo rimpiazzano subito con un altro.
Ora qualcuno mi sa spiegare l'arcano, visto che io la foto non l'ho mai scattata né riconosco il posto immortalato? 
Non si vince niente, ma se qualcuno ha una spiegazione senza ricorrere a Padre Amorth, gliene sarei grato.
Se poi aveste bisogno di disinfestarvi, spiritualmente parlando, dalle anime di chi vi è morto (tradotto dal napoletano e senza offesa per chi ci crede!), ecco quello che fa per voi.





TIM

15 commenti:

  1. Probabilmente il telfonino non era poi così nuovo come t'hanno fato credere.
    Detto in napoletano: "T'hann' fatto fesso". :)
    Se così non fosse comincia pure a chiamare Padre Amorth. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può anche essere, ma il telefono è stato tirato fuori dalla scatola sigillata davanti a me. questo non significa che fosse stato inscatolato già usato. ma le foto non vanno nella memoria della scheda? boh, io non ne capisco niente di queste cose.

      Elimina
  2. Quoto Nick. Per l'affidabilità complimenti, io ultimamente mi sento agli atipodi perchè non riesco ad affacciarmi nei vari Blog. A primo impatto nel video mi è sembrato di vedre Carlo Verdone :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che tutti questi vari giochetti siano, giustamente e onorevolmente!, molto soggettivi e che ognuno sia portato a dare un giudizio sui vari blog partendo naturalmente da propri metri di valutazione. devo dire che comunque mi ritrovo nei parametri richiesti, se non nella realizzazione quanto meno nelle intenzioni. e poi, sì, il tizio potrebbe essere benissimo un personaggio di Verdone!

      Elimina
  3. Booo'?! Hai tra le mani una bella storia horror, però :)

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo che qualche notte non esca dal telefono qualche entità malefica e mi infesti la casa!

      Elimina
  4. Il telefono è nuovo sì, ma qualcuno l'ha comprato prima di te, poi ha scoperto che non gli piaceva e l'ha riportato al negozio usufruendo del diritto di recesso. Non è che questi oggetti poi li buttano via eh! Il commesso avrebbe dovuto fare il reset alle impostazioni originali, ma probabilmente è stato un po' superficiale in questo. Tutto qua. Direi che la nostra amica Ladyghost può fermare le indagini. Il caso è chiuso. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso anch'io che sia potuta andare così. alla fine la soluzione è sempre la più semplice!

      Elimina
  5. Ma no, la spiegazione è molto più semplice: in una distorsione spazio-temporale il tuo alter-ego ha acquistato lo stesso telefonino nel 2010 e ha fatto una foto alla sua cucina, ma a causa delle macchie solari i varchi interdimensionali si sono toccati e una delle sue foto è volata nel tuo cellulare, mentre il tuo alter-ego si ritrova con la foto di prova che tu hai scattato in salotto e starà pensando: questo non è il mio salotto, chi l'ha scattata stà foto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedo che corriamo sulla stessa lunghezza d'onda! questa è la verità vera che non detto subito per non passare per visionario, ma ho voluto testare l'elasticità mentale del mio pubblico! E pensa che nel mio mondo parallelo (quello vero, intendo!) non esistono neanche berlusconi, bersani, casini e neanche il grande fratello e italia's got talent! purtroppo c'è la DeFilippi, ma fa un altro mestiere...

      Elimina
  6. apperò!! ecco una cosa per cui starei sveglia tutta la notte a studiarci su e mi verrebbero gli occhi a palla O_O per me o è un telefono rigenerato, cioè già usato e poi rimessoa nuovo e rivenduto, oppure sono state fatte delle prove tecniche quando è stato inscatolato....però è un gran bel soggiorno, di quel colore! Wow!!

    RispondiElimina
  7. e ovviamente come 'na fessa mi sn scordata di ringraziarti per la dedica del post! Porta pazienza Tim, è venerdì anche per me! -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no preoccupe! si, penso anch'io che la spiegazione razionale sia la più logica. il guaio e che tutti questi increduli e materialisti non credono più a niente!

      Elimina
  8. Che bella la spiegazione di Ariano!!!! :))
    anche secondo me... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ariano ha sempre la risposta migliore, perché il suo mondo parallelo è già stato purificato e gode per questo di alcune esenzioni che invece noi ancora ci portiamo dietro, tipo: l'accensione a chiave delle auto, il pagamento in contanti non superiore a 1000 euro e l'esistenza di antonio belpietro.

      Elimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...