Per riflettere...

La cura di tutte le cure è quella di cambiare il proprio punto di vista, le proprie idee e credenze e con questa rivoluzione interiore dare un proprio contributo per un mondo migliore.

Guardiamo il mondo in un altro modo. (T. Terzani)

sabato 8 ottobre 2011

Adotto un ebook anch'io... anzi due!

Sono in netto ritardo.
L'idea è venuta (toh, ma guarda un po'!) ad Alex Girola e ora tutti qui a rispondere.
Di cosa si tratta? Ma di adottare un ebook! Dargli, cioé, visibilità sul proprio blog, parlandone o... riparlandone.
Come già avevo detto nel commento al post del discendente austroungarico con la maglietta da vendicatore solitario, la mia prima scelta è caduta su Nunavut, di Samuel Marolla, autore tra l'altro anche dell'ultimo e bellissimo Il colosso addormentato .
E visto che è possibile adottarne più di uno, la mente è andata subito a L'ultimo libro del maestro di Ariano Geta, a cui sono particolarmete legato per diversi motivi, ma anzitutto perché è un bellissimo libro. E spero che questa mia segnalazione lo faccia scoprire a qualcuno che ancora non l'ha fatto.
E' tutto qui.
Ho in mente tanti altri lavori che hanno allietato (come si dice) le mie ore di lettura, tutti racconti o romanzi bellissimi, ben scritti, di autori bravissimi che conosco e con cui condivido anche l'area blogger.
Ma questi due sono i primi ad essermi venuti in mente.
Magari qualche volta farò un post del tipo: i migliori 5 ebook di sempre! ma per ora questo genere di cose sono fuori dai miei interessi immediati.
Perciò, buon fine settimana e... fate in bravi!

TIM

9 commenti:

  1. Bello Nunavut!

    Ecco, però, non hai ancora partecipato al mio Adotta un Film, che ha ispirato Alex per Adotta un eBook! ;)

    Ciao,
    Gianluca

    RispondiElimina
  2. Buon fine settimana. E mi raccomando ci vediamo a Miss maglietta bagnata organizzata dai Giovani Padani.
    Ricordati che siamo tra i giurati. ;)
    Lol

    RispondiElimina
  3. @ Gianluca: hai ragione, avrei dovuto citare la tua 'paternità indiretta' dell'idea. Mi scuso con te e con tutti. Per quanto riguarda l'"adotta un film" non l'ho fatto perché non sono un gran conoscitore di cinema (anche se mi piace vederli e ci sono stati momenti degli anni addietro che ogni sera ero davanti allo schermo). In questo momento invece sono in fase di stanca. Se ne dovessi adottare uno, sarei indeciso tra "Amici miei I", "Gandhi" e "The Blues Brothers".
    @ Nick: giuro di essere imparziale nel mio giudizio (ce l'hai il numero di telefono della numero 23? il mio l'ho perso)

    RispondiElimina
  4. @ Ferru: come ho detto ce ne sono altri allo stesso livello, ma poi si corre il rischio di dimenticarne qualcuno, perciò mi sono fermato ai primi due.

    RispondiElimina
  5. Non era per la segnalazione della paternalità indiretta, figurati. Era perché volevo spronarti ad adottarne uno o più di uno di film: non occorre essere grandi conoscitori di cinema peraltro. Quando avrai deciso (ricorda che puoi adottarli anche tutti e tre), sai dove trovare il post in cui dirmi quali vuoi. ;)

    Ciao,
    Gianluca

    RispondiElimina
  6. @ Gianluca: per la citazione, comunque è giusto che ognuno abbia i propri meriti. E' che il post l'ho scritto ieri sera prima di chiudere in pochi minuti, perciò non ho badato ai particolari. E' giusto dare a Cesare quel che è di Cesare e a Gianluca quel che è di Gianluca. Argomento chiuso!

    RispondiElimina
  7. Grazie per la citazione Tim, spero sempre di essere degno di tanta attenzione :-) E colgo l'occasione per lanciare un saluto a Gianluca e promettere che anch'io parteciperò alla sua iniziativa per "adottare un film".

    RispondiElimina
  8. @ Ariano: come amo dire io: dovere, soltanto dovere.

    RispondiElimina

fatti sentire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...